HeartBeat - Cuore che batte

HeartBeat - Cuore che batte

​“… È stata la prima donna a specializzarsi in chirurgia cardiotoracica allo Loyola University Medical Center. La prima donna ad aver terminato lo stage di trapianto cardiaco. Recentemente nominata responsabile dei processi di innovazione al St.Matthew’s Hospital di Los Angeles,Califoria… È per me un grande onore presentarvi la dottoressa Alexandra Panttiere.”
(HeartBeat – cuore che batte; 1, 1) 

HeartBeat – Cuore che batte è una serie americana, che unisce i generi medical e dramedy, prodotta dalla NBC e Universal Television. È ispirata al romanzo autobiografico di Kathy Magliato “Heart Matters”, “Questioni di cuore”, dal quale prende il nome anche l’episodio pilota.
È stata trasmessa negli Stati Uniti a partire dal 22 marzo 2016, mentre in Italia è andata in onda dal 23 settembre dello stesso anno su Mediaset Premium Stories. Si articola in un’unica stagione composta da 10 episodi della durata di circa 40 minuti ciascuno.
Heartbeat racconta la storia della Dottoressa Alex Panttiere, un cardiochirurgo di ottima fama che cerca di gestire la sua vita lavorativa e privata facendo i conti anche con il passato.
La serie è stata cancellata subito dopo la prima stagione a causa degli innumerevoli giudizi negativi riguardanti la banalità dei contenuti.

La Dott.ssa Alex Panttiere, cardiochirurgo nell’ospedale St. Matthews di Los Angeles, è specializzata nel campo dei trapianti di cuore.
Alex è una donna che ogni giorno è divisa tra la dura vita lavorativa e quella famigliare, altrettanto frenetica. Le sue giornate sono sempre super piene e ricche di nuovi ostacoli che, di puntata in puntata, riesce a superare, oltrepassando ogni confine. In ospedale è sempre pronta ad affrontare casi molto delicati, non dandosi mai per vinta e mantenendosi costantemente aggiornata su tutto ciò che riguarda la sua professione.
In casa non è molto presente, ma cerca comunque di essere un punto di riferimento per i propri figli, avuti con il suo ex marito divenuto gay.
Per diversi episodi la dimensione lavorativa e quella privata vanno ad intrecciarsi. Inoltre, come ogni serie medical, l’ospedale diventa in luogo principale della narrazione, dove si sviluppano sempre nuovi casi particolari da risolvere, che portano la protagonista ad andare a fondo a costo di infrangere le regole istituzionali o la volontà del paziente.

Molti blog hanno espresso il loro disappunto nei confronti della serie attraverso numerosi articoli, in alcuni dei quali si denuncia il goffo tentativo di imitare la celebre Grey’s Anatomy.

Il cast di Heartbeat è costituito da undici personaggi che vengono presentati sin da subito nell’episodio pilota. I personaggi principali sono tre.
La protagonista, interpretata da Melissa George, è la dottoressa Alex Panttiere, un chirurgo di fama mondiale, una delle poche donne specializzate nei trapianti di cuore. Forte, testarda, vivace e divertente e con una grande passione per la velocità, come si evince dalla sua guida e dalle macchine sportive con cui si fa vedere in giro.
Il dottor Pierce Harrison, interpretato da Dave Annable, è il fidanzato di Alex ma anche suo collega e chirurgo nello stesso ospedale. Uomo affascinante, è sempre vicino alla donna sia in ambito lavorativo che famigliare, ed è di ottimo aiuto nella gestione dei rapporti con i figli.
Terzo ed ultimo protagonista principale è il dottor Jesse Shane, interpretato da Don Hany, il capo del reparto chirurgico dell’ospedale St. Matthews, mentore di Alex sin dall’inizio della sua professione. Affianca la protagonista nelle vicende ospedaliere, controllandola e cercando di indirizzarla nel seguire la ragione piuttosto che l’istinto.
Tra questi tre personaggi principali si sviluppano, in tutti gli episodi, vicende in cui interagiscono e si confrontano. I tre formano un vero e proprio triangolo amoroso: Alex è stata da subito colpita dal carattere del suo mentore, il dott. Shane, con il quale ha avuto una storia formalmente conclusa, ma che ha lasciato degli strascichi. Successivamente intraprende una relazione con il dott. Harrison, che la ama e la supporta in tutto ciò che fa. Essendo per lei entrambi molto importanti, non riesce mai a venire a capo di questa situazione.

Heartbeat è una serie tv dalla struttura mista, poiché è verticale per quanto riguarda gli aspetti lavorativi dei protagonisti e orizzontale in merito alla loro vita privata.
L’andamento narrativo è comune in tutti e dieci gli episodi: un teaser iniziale di 3 minuti, focalizzato sulla vita privata della protagonista, seguito dalla sigla di appena 3 secondi.
Successivamente inizia, di fatto, l’episodio, mentre compare in basso, al centro e in bianco il titolo, seguito dai nomi dei componenti del cast.

Lo svolgimento della narrazione è spesso interrotto da flashback, che portano il tempo indietro fino a vent’anni anni prima, in cui la protagonista rievoca situazioni personali, come il rapporto con la sorella scomparsa a causa di un cancro o la relazione con il dottor Jesse Shane, e i ricordi legati ai pazienti precedentemente curati.
Un elemento fondamentale ricorrente, utile per creare suspance, è la schermata nera di pochi secondi che interrompe la scena in momenti particolarmente significativi.

La sigla comincia senza nessuna base musicale verso il terzo minuto e consiste in una schermata nera sulla quale appare il titolo della serie tv, scritto in stampatello con un font molto semplice. L’unica particolarità rintracciabile è la scelta di suddividere il colore del carattere in due parti; heart è scritto in bianco mentre beat in rosso, colore che richiama il sangue ma anche il cuore, con evidente riferimento a sentimenti ed emozioni che arricchiscono le vicende. Dopo la sigla, continua la narrazione mentre in basso scorrono i nomi degli attori che riportano gli stessi colori della sigla, in  bianco i nomi e in rosso i cognomi. Alla fine dell’episodio, su schermata nera appaiono i nomi di produttori, compositori e sceneggiatori.

Gli episodi di Heartbeat si presentano in maniera molto lineare. Dal primo episodio si può facilmente intuire il motivo della scelta del titolo, in quanto fin dal primo caso la dottoressa Panttiere deve intervenire su un paziente con problemi cardiaci, come evidenzia il primo piano sul cuore che batte.
La lingua originale in cui è stata prodotta la serie è l’inglese. In Italia il doppiaggio è stato effettuato da La BiBi.it e diretto da Guido Micheli. Nel passaggio da una lingua all’altra sono state riscontrate traduzioni non letterali in merito al titolo degli episodi:

– Primo episodio: Pilot → Questioni di cuore
– Secondo episodio: Twins → Una decisione difficile
– Terzo episodio: Backawards → Al contrario
– Quarto episodio: 100,000 Heartbeat → Una cura sperimentale
– Quinto episodio: The Land of Normal → Un intervento complicato
– Sesto episodio: The inverse → Un cuore speciale
– Settimo episodio: Permanent GlitterTrasformazioni
– Ottavo episodio: Match Game → Tradimenti
– Nono episodio: SanctuaryPaura del buio
– Decimo episodio: What Happens in Vegas… →  Una diagnosi allarmante

I dialoghi, non molto complessi, sono facilmente comprensibili, nonostante l’impiego di termini specialistici e tecnici in ambito ospedaliero che, rispetto ad altre serie tv come Grey’s Anatomy, risultano essere più semplici e immediati. Mentre i dialoghi riguardanti la vita privata dei personaggi  appaiono più ricercati e in grado di trasmettere emozioni, come in questo caso:

[Alex] Dille che so anche io cosa si prova a fissare un muro in attesa di sapere se tutto è andato bene. Dille che si tratta di un trapianto eterotopico. Il cuore di Dina rimarrà al suo posto, il cuore di Thomas verrà inserito al suo fianco, a sostegno. Un cuore non sa fare altro che battere ma a volte se ne dimentica. Il cuore di Thomas ricorderà a quello di Dina come si fa e i due cuori batteranno insieme per tutta la vita.

 

Margherita Capozzi e Francesca Bitonto (autrici); revisione a cura di Andrea Martina e Francesca Sammarco

Cerca la serie tv

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *